sabato, 10 aprile 2021

#17 Illusionisti

Nuovo appuntamento con I CONSIGLI DEL FABER CINE CLUB, la nostra rubrica realizzata in collaborazione con i giovani volontari dell’associazione Cineforum Altovicentino, Stefano, Rocco e Nicola.

La magia esiste veramente? Può essere spiegata con la ragione? Secondo alcuni sì, secondo altri no.

Questi tre film raccontano storie di maghi in un contesto realista, e li descrivono in tre ottiche diverse e personali.

Red lights (Rodrigo Còrtes, USA/Spagna 2012)

La professoressa Matheson e il suo assistente Tom sono dei debunker che studiano scientificamente le attività di persone che dicono di avere poteri sovrannaturali. Il loro pesce grosso è Simon Silver, un mago i cui poteri sono inspiegabili. Tom e Margaret Matheson si giocano tutto, arrivando ai limiti della follia per capire come Silver può fare quello che fa.

Houdini – L’ultimo mago (Gillian Armstrong, USA 2007)

Harry Houdini è un illusionista che, facendo i suoi spettacoli mozzafiato, spiega al pubblico che è tutta una finzione, la magia non esiste, c’è sempre il trucco. Infatti il suo hobby è frequentare medium e spiritisti per far saltare i loro trucchetti per gabbare i creduloni. E’ prevenuto quando quando incontra la sensitiva Mary McGarvie, e vuole smascherarla, però se ne innamora.

Scoop (Woody Allen, USA 2006)

Dall’aldilà un giornalista morto scopre l’identità di un assassino. Per entrare in contatto col mondo dei vivi approfitta dello spettacolo del Grande Splendini, un vecchio illusionista scalcinato: il fantasma del giornalista appare ad una ragazza tra il pubblico, aspirante giornalista, e le rivela dell’assassino. Ovviamente nessuno le crede, nessuno eccetto il Grande Splendini, così il mago da strapazzo e la ragazza decidono di incastrare il “Killer dei Tarocchi” da soli.

creatività ed eventi