giovedì, 08 dicembre 2022

Lavorare negli Stati Uniti

Arrivare a lavorare nella “Terra delle opportunità” non è semplice come potrebbe sembrare. Il motivo è che gli Stati Uniti offrono molte opportunità di lavoro ma è molto difficile entrare nel paese!

L’ingresso negli Stati Uniti è subordinato al conseguimento di un visto, sia per coloro che intendono recarsi temporaneamente, sia per coloro che desiderano stabilirsi in maniera permanente. Con il normale visto turistico o con il programma Visa Waiver è illegale svolgere qualsiasi attività lavorativa: si rischia l’espulsione e l’iscrizione nelle rubriche di frontiera, che pregiudica gli eventuali futuri ingressi nel paese.

Ogni anno il Governo stabilisce le quote di accesso per ciascun settore di attività. In alternativa, gli scambi culturali consentono di ottenere un visto particolare che durante la permanenza permette anche di lavorare.

COME CERCARE LAVORO

  1. Proporsi direttamente alle aziende
    cercare aziende la cui attività è più congruente con il proprio CV. Spesso i siti hanno una sezione dedicata alla ricerca di personale, con l’elenco delle posizioni libere e la possibilità di compilare on-line la richiesta di candidatura.
  2. Consultare i siti e i portali specializzati nella ricerca di lavoro
    È possibile cercare annunci relativi al proprio settore professionale. In alcuni casi l’accesso è gratuito, ma può essere necessario registrarsi. E’ consigliabile evitare le banche dati a pagamento.
    Per un cittadino italiano le possibilità di trovare lavoro con questo sistema sono però piuttosto basse, perché fra i requisiti sono richieste la cittadinanza statunitense o il possesso di un visto di lavoro.
  3. Rivolgersi alle agenzie di lavoro interinale
    Si occupano della ricerca di personale a tempo determinato. Anche in questo caso le agenzie richiedono, per chi non è cittadino americano, un visto di soggiorno per lavoratori temporanei.
    Siti utili:
    http://www.headhuntersdirectory.com
    http://www.adeccousa.com
    http://www.manpower.com
    http://www.pagepersonnel.us
    http://us.randstad.com
  4. Rivolgersi al Dipartimento del Lavoro
    Mette a disposizione diversi strumenti on-line per aiutare il candidato nella ricerca. In ciascuno Stato USA è presente un Dipartimento del Lavoro (Labour Office) che ha il compito di coordinare e legiferare in materia di occupazione. Anche le Camere di Commercio locali si occupano dei vari aspetti della vita e del lavoro sul territorio. L’elenco completo si può trovare sulle Yellow Pages, le Pagine Gialle statunitensi, alla voce Chambers of Commerce. Sul sito del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti è possibile trovare informazioni sulla normativa che regolamenta gli ingressi e sui vari settori di occupazione. Per informazioni: U.S. Department of labor.
  5. Consultare le offerte di lavoro su quotidiani e periodici on-line.
    Un elenco, non esaustivo, dei quotidiani statunitensi si trova all’indirizzo List of newspapers .

COME CANDIDARSI

Generalmente ci si candida inviando il proprio CV con la lettera di presentazione, sia che si risponda a un’offerta di lavoro specifica, sia in caso di candidatura spontanea. La lettera permette al selezionatore di
avere una prima impressione del candidato. A meno che non sia indicato diversamente, sia la lettera sia il CV devono essere in lingua inglese e scritti al computer, con un chiaro riferimento all’eventuale offerta per
la quale ci si sta candidando.
In alcuni settori lavorativi, come la grande distribuzione, i parchi divertimento, le aziende multinazionali e i franchising, le candidature per un posto di lavoro si presentano, solitamente, attraverso la compilazione di application form.

Il sito di Job Bank raccoglie offerte di lavoro in tutti gli Stati Uniti e contiene molti suggerimenti utili per compilare il curriculum, affrontare il colloquio di lavoro ecc.

LAVORO TEMPORANEO

Coloro che desiderano recarsi negli Stati Uniti in via temporanea per lavoro dovranno ottenere un visto non immigrante.

In base alle leggi USA sull’immigrazione al richiedente occorre un visto specifico, basato sul tipo di lavoro che il richiedente svolgerà. La maggior parte delle categorie di lavoratore temporaneo richiede che il possibile
datore di lavoro o agente del lavoratore compili una petizione I-129 che deve essere approvata dall’Ufficio di Cittadinanza e servizi di Immigrazione U.S.A (USCIS) prima che il richiedente possa presentare domanda di visto. I soggetti possono presentare domanda per un visto da lavoratore temporaneo unicamente dopo che il datore di lavoro abbia presentato la petizione I-129 e che l’USCIS l’abbia approvata. L’USCIS emetterà quindi un Modulo I-797 che reca un numero di ricevuta di conferma. Tale numero è richiesto per poter fissare un appuntamento tramite questo servizio. Copie cartacee dei moduli I-797 e/o I-129 non sono necessarie.

Alcuni visti per lavoro temporaneo:

  • (H2-A) Lavoratori agricoli stagionali – per svolgere lavori agricoli temporanei per i quali non è disponibile manodopera americana.
  • (H2-B) Lavoratori temporanei o stagionali non agricoli – per svolgere lavori temporanei non agricoli.
  • (H3) Tirocinanti (non medici o accademici) – per ottenere formazione in svariate aree tra cui agricoltura, commercio, comunicazioni, finanza, governo, trasporti, professioni, nonché in aree puramente industriali.
  • (J-1) Visitatori per programmi di scambio culturale – Sono visti non immigranti per soggetti idonei alla partecipazione a programmi di scambio negli Stati Uniti. Info: http://www.j1visa.state.gov/programs. In questo programma sono inclusi gli studenti di tutti i livelli d’istruzione; tirocinanti assunti da ditte, istituzioni o agenzie, che vengono finanziati per corsi di addestramento; insegnanti di scuola primaria, secondaria e di specializzazione; professori che desiderano insegnare o frequentare corsi superiori di specializzazione; studiosi nel campo della ricerca; coloro che desiderano seguire corsi professionali nel campo medico e paramedico; visitatori internazionali che viaggiano con l’intento di osservare, consultare, ricercare, imparare, partecipare o dare dimostrazioni di conoscenze e di abilità specialistiche o di seguire programmi organizzati per scambi individuali. Altre info: https://it.usembassy.gov/visti.

RESIDENZA PERMANENTE

I cittadini stranieri che desiderano immigrare e vivere permanentemente negli Stati Uniti devono seguire procedure specifiche al fine di richiedere un Visto di Immigrazione. Un Visto di Immigrazione rilasciato dalla Sezione Consolare degli Stati Uniti consente di viaggiare per gli Stati Uniti per l’ammissione come Residente Permanente Legale (LPR). Una volta ammessi, si avrà il diritto di vivere e lavorare negli Stati Uniti in modo permanente. Ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito dell’ United States Citizenship and Immigration Services (USCIS).

TROVARE UN LAVORO – AMBITO ALBERGHIERO E DELLA RISTORAZIONE

Per trovare lavoro nel settore alberghiero e nella ristorazione è possibile rivolgersi alle strutture stesse, come le catene di alberghi o ristoranti. Per i candidati è indispensabile essere maggiorenni, avere esperienza nel campo e conoscere molto bene la lingua inglese. Un indirizzo di riferimento è il sito Caterer global.

Un’altra opportunità di lavoro è presso gli ostelli della gioventù, con mansioni di vario tipo: custodi, receptionist, addetti alle pulizie o alla cucina. Il compenso può essere limitato a vitto e alloggio. Si possono contattare le strutture direttamente agli indirizzi segnalati sui siti http://www.aighostels.com oppure https://www.hihostels.com/it

TROVARE UN LAVORO – AMBITO TURISTICO

Per quanto riguarda il lavoro nel settore turistico, i centri di vacanza estivi e i parchi divertimento e a tema sono tra le maggiori fonti di lavoro:

PARCHI DI DIVERTIMENTO E PARCHI A TEMA

I parchi di divertimento offrono possibilità di lavoro nei servizi di accoglienza al pubblico, biglietteria, ristorazione e nelle strutture ricettive.

Il sistema migliore per trovare un impiego nel settore è l’autocandidatura, rispondendo alle offerte di lavoro sui siti dei parchi.

In alternativa, gli studenti universitari possono appoggiarsi a uno dei programmi di studio e lavoro all’estero, che prevedono l’assunzione temporanea anche in queste strutture.

I parchi divertimento sono concentrati soprattutto in Florida, dove hanno sede Disneyworld, due parchi della Universal (Universal Studios e Islands of Adventure), il parco marino SeaWorld, il Discovery Code, il Kennedy Space Center, il Coccodrillo Park e altri. Anche la California ospita numerose attrazioni di questo tipo.

In particolare il parco Walt Disney World (a Orlando, Florida) ha istituito il progetto Walt Disney World International Program (Cultural Representative Program), che prevede l’assunzione di personale straniero in rappresentanza di vari paesi del mondo. Nell’ambito di tale programma le numerose strutture commerciali del parco possono assumere lavoratori stagionali provenienti dall’estero come addetti ai servizi di ristorazione, commessi, addetti alle strutture ricettive, all’accoglienza e alla sicurezza e animatori. La maggiore richiesta di lavoratori temporanei si ha in primavera-estate e durante le festività, quando il flusso di visitatori è maggiore.

I contratti durano, di solito, dodici mesi, non sono rinnovabili e prevedono cinque giorni di lavoro settimanali per un totale di trenta-quaranta ore. Viaggio, vitto e alloggio (in condivisione con colleghi di varie nazionalità) sono a carico del lavoratore.

La selezione dei candidati avviene tutti gli anni, in primavera e in autunno, attraverso le agenzie di reclutamento della Disney. I requisiti fondamentali sono la maggiore età e la conoscenza fluente della lingua inglese, oltre a eventuali competenze specifiche per i vari compiti.

Per l’Italia il referente è una società francese, la International Services, alla quale va inviato il CV insieme a una lettera di presentazione, in inglese.

Ulteriori informazioni nella sezione del sito della Disney Company dedicata al programma Walt Disney World International, all’indirizzo: https://www.disneyinternationalprograms.com

Sul sito della Walt Disney Company, nella sezione Careers, si possono consultare gli annunci di ricerca del personale nelle varie divisioni e aziende della compagnia Disney, in tutto il mondo: http://corporate.disney.go.com

Per gli altri parchi divertimento occorre inviare la domanda presso gli uffici del personale, con allegato il CV. In particolare è bene segnalare la conoscenza di una o più lingue straniere, il possesso della patente di guida, eventuali brevetti di soccorritore o qualifiche professionali come quella di animatore, attività sportive praticate ed eventuali altri hobby.

Sul sito http://www.parksmania.it (in lingua italiana), nella sezione Parchi – In USA, è presente l’elenco dei parchi di divertimento statunitensi, molti dei quali ricercano direttamente il personale. L’elenco dei parchi di divertimento è reperibile anche sul sito (in lingua spagnola) http://www.achus.net, consultando la mappa.

Di seguito altri siti utili per la ricerca di lavoro nei settori turistico, alberghiero, della ristorazione, del tempo libero e dello sport:

  • Adventure jobs: il sito (in lingua inglese) propone offerte di lavoro in ambito turistico, alberghiero e sportivo, in tutto il mondo;
  • Coolworks: database (in lingua inglese) che raccoglie le opportunità di lavori stagionali in diverse strutture turistiche negli USA (parchi di divertimento, parchi naturali, stabilimenti sciistici, campeggi e ranch, navi da crociera). Le offerte di lavoro sono distinte per categoria e per località.

TROVARE UN LAVORO – PROGRAMMI WORK & TRAVEL USA, TRAINING E INTERNSHIP

Si tratta di programmi di scambio culturale, di breve durata, rivolti a giovani lavoratori e studenti universitari. Consentono di immergersi nella cultura del posto, migliorare la conoscenza della lingua e fare una nuova esperienza lavorativa.

WORK & TRAVEL

I programmi Work & Travel hanno una durata compresa fra le otto settimane e i quattro mesi, fra giugno e la metà di ottobre. Di solito offrono impieghi nel settore del turismo (alberghi, ristorazione, parchi) o amministrativo. L’orario di lavoro previsto è di circa trenta ore a settimana e l’attività è sempre retribuita. I candidati devono essere studenti universitari con un’età compresa fra 18 e 30 anni e avere una conoscenza almeno intermedia dell’inglese. Per iscriversi al programma occorre pagare una quota di iscrizione, che include l’assicurazione medica e un servizio di orientamento e assistenza nella ricerca della casa.

La conoscenza della lingua e il curriculum del candidato vengono valutati dall’organizzazione sponsor che, in caso di esito positivo, si occuperà anche di svolgere le pratiche relative all’ottenimento del visto necessario per gli scambi culturali.

INTERNSHIP

Gli Internship si rivolgono a laureandi o neolaureati e durano un anno.

TRAINING

I Training sono tirocini professionali di 18 mesi per giovani lavoratori, con esperienza pluriennale nel settore di interesse, che desiderano specializzarsi ulteriormente. Il contenuto del tirocinio viene concordato con l’azienda all’inizio del rapporto e può essere retribuito oppure non esserlo. Anche per la partecipazione a questi programmi è richiesto il pagamento di una quota di adesione.

Il contratto di lavoro viene firmato in Italia e, una volta giunti sul posto, non è possibile cambiare azienda o istituzione. Gli enti organizzatori forniscono ai candidati l’assistenza necessaria per la ricerca di lavoro e alloggio, ma il candidato deve mettersi in contatto personalmente con le aziende.

Alcune associazioni che si occupano del lavoro nei programmi finora citati:

MOTORI DI RICERCA E SITI INTERESSANTI PER TROVARE OFFERTE DI LAVORO

Per avere informazioni sui visti e su come ottenerli:

Siti ricerca lavoro stagionale:

Siti lavoro generale:

Siti settori specializzati:

Siti con offerte di lavoro in tutto il mondo:

RIFERIMENTI UTILI

  • US Department of Labour – Dipartimento del Lavoro: Autorità nazionale che si occupa dello stato sociale nel settore del lavoro (ad esempio dell’assistenza ai disoccupati, diritti dei lavoratori , salute sul posto di lavoro, ecc.). Nel sito è presente anche la sezione dedicata alle informazioni e strumenti per chi cerca lavoro (information for job seekers: https://www.dol.gov/general/audience/aud-workers).
    • Per informazioni: per mettersi in contatto con il dipartimento del lavoro è possibile consultare i numeri di telefono e gli indirizzi (https://www.dol.gov/general/contact) pubblicati sul sito internet.
  • America’s job bank transition: Il sito consente l’accesso alla banca dati dedicata alle offerte e domande di lavoro di ogni singolo stato. E’ uno degli strumenti del servizio Career One Stop, finanziato dal Dipartimento del Lavoro. Sito: https://www.careeronestop.org/jobsearch/findjobs/state-job-banks.aspx
  • Career one stop: Servizio di informazione sul mercato del lavoro. Raccoglie tutti i siti e riferimenti nazionali per l’incrocio domanda/offerta di lavoro. Sponsorizzato dal Dipartimento del Lavoro degli USA. Sito: https://www.careeronestop.org/
  • USCIS – U.S. Citizenship and Immigration Services: Nella sezione “Working in the US” sono contenute informazioni sulla modalità di accesso al lavoro negli Stati Uniti per gli stranieri e sui visti necessari. Per informazioni: tutti i contatti sono reperibili alla pagina “contact us” (https://www.uscis.gov/about-us/contact-us).
  • Bureau of Educational and Cultural Affair: Dipartimento di stato degli USA – elenco delle organizzazioni sponsor per i programmi di scambio culturale del paese (in particolare gli enti che offrono i programmi Internship si recuperano scegliendo il valore “Trainee”nel box denominato Category Description). Gli enti che offrono i programmi work and travel si recuperano scegliendo il valore “Summer work travel”. Sito: https://eca.state.gov/jexchanges/index.cfm
  • ASA: Sito dell’associazione nazionale delle agenzie di lavoro interinale. Sito: https://americanstaffing.net/
  • Altre info su: www.travel.state.gov.

RIFERIMENTI UTILI IN ITALIA